La guerra tra Israele e Hamas: Blinken torna in Medio Oriente con il piano di cessate il fuoco rimasto in equilibrio

Tel Aviv (AFP) – Segretario di Stato americano Anthony Blinken I due tornarono in Medio Oriente come suggerito Accordo di cessate il fuoco tra Israele e Hamas In bilico dopo aver salvato i quattro Ostaggi israeliani trattenuti a Gaza In un raid militare e sulla scia dei recenti disordini nel governo del primo ministro Benjamin Netanyahu.

Senza ancora una risposta pubblica ferma da parte di Hamas o di Israele alla proposta ricevuta 10 giorni fa, Blinken ha iniziato la sua ottava visita nella regione dopo l’attacco. Il conflitto è iniziato in ottobre Incontrando il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi, principale mediatore con il movimento armato di Hamas, e poi tenendo colloqui con il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

Blinken ha nuovamente invitato Hamas ad accettare il piano, che secondo lui gode di un ampio sostegno internazionale.

“Se volete un cessate il fuoco, fate pressione su Hamas affinché dica sì”, ha detto ai giornalisti prima di lasciare il Cairo per un viaggio che lo porterà in Israele, Giordania e Qatar. Blinken ha detto che Israele ha accettato la proposta, anche se Netanyahu non lo ha detto direttamente.

“So che c’è chi è pessimista riguardo alle aspettative”, ha detto Blinken, attribuendo la responsabilità direttamente ad Hamas. “Ciò è comprensibile. Hamas continua a mostrare uno straordinario cinismo nelle sue azioni, una mancanza di preoccupazione non solo per il benessere e la sicurezza degli israeliani ma anche dei palestinesi”.

Blinken ha affermato che il piano sul tavolo è il “modo migliore” per raggiungere un cessate il fuoco, rilasciare gli ostaggi rimanenti e migliorare la sicurezza regionale.

I palestinesi osservano gli effetti dei bombardamenti israeliani sul campo profughi di Nuseirat, nella Striscia di Gaza, sabato 8 giugno 2024. (AP Photo/Jehad Alshrafi)

Sebbene il presidente Joe Biden, Blinken e altri funzionari statunitensi abbiano elogiato l’operazione di salvataggio degli ostaggi, l’operazione ha provocato la morte di un gran numero di civili palestinesi e il ferimento di altri. Potrebbe complicare il processo di cessate il fuoco Incoraggiando Israele e rafforzando la determinazione di Hamas a continuare a combattere la guerra iniziata con l’attacco a Israele il 7 ottobre.

READ  È morto all'età di 18 anni lo Shiba Inu, divenuto il volto di Dogecoin

“È difficile dire come Hamas affronterà questa particolare operazione e cosa farà per determinare se dirà sì o no”, ha detto domenica Jake Sullivan, consigliere per la sicurezza nazionale di Biden. “Ci auguriamo che con un coro sufficiente e con la comunità internazionale che parla con una sola voce, Hamas sarà in grado di ottenere la risposta giusta”, ha detto Sullivan al programma “This Week” della ABC.

Nei suoi colloqui con Sisi, Blinken ha anche discusso i piani per il governo postbellico e la ricostruzione di Gaza, dopo la massiccia distruzione avvenuta lì.

“È necessario avere un piano, che includa la sicurezza, la governance e la ricostruzione”, ha affermato Blinken.

La gente protesta contro il governo del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e chiede il rilascio degli ostaggi detenuti da Hamas nella Striscia di Gaza, a Tel Aviv, Israele, sabato 8 giugno 2024. Sabato Israele ha dichiarato di aver salvato quattro ostaggi che erano stati rapiti nell'attacco guidato da Hamas il 7 ottobre. Ottobre, la più grande operazione di recupero dall'inizio della guerra a Gaza.  (AP Photo/Ohad Zwegenberg)

La gente protesta contro il governo del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e chiede il rilascio degli ostaggi tenuti dal gruppo militante Hamas nella Striscia di Gaza, a Tel Aviv, Israele, sabato 8 giugno 2024. (AP Photo/Ohad Zwigenberg)

Andrei Kozlov, 27 anni, rapito da Israele in un attacco guidato da Hamas il 7 ottobre 2023, arriva in elicottero al Sheba Medical Center di Ramat Gan, Israele, sabato 8 giugno 2024. (AP Photo/Tomer Appelbaum) (AP Photo ) Stampa/Tomer Appelbaum)

Andrei Kozlov, 27 anni, rapito da Israele in un attacco guidato da Hamas il 7 ottobre 2023, arriva in elicottero al Sheba Medical Center di Ramat Gan, Israele, sabato 8 giugno 2024. Israele afferma di aver salvato quattro ostaggi a Gaza che sono stati rapiti durante un attacco condotto da Hamas il 7 ottobre. (AP Photo/Tomer Appelbaum)(AP Photo/Tomer Appelbaum)

Netanyahu e il suo governo hanno resistito alle richieste di un piano “del giorno dopo” che impedirebbe a Israele di avere una qualche forma di presenza di sicurezza nella regione. Blinken ha detto che esorterà Israele a trovare alternative accettabili.

Ha detto: “Sarebbe molto positivo per Israele presentare le proprie idee su questo argomento, e io ne parlerò al governo”. “Ma in un modo o nell’altro, dobbiamo avere questi piani, dobbiamo metterli in atto e dobbiamo essere pronti ad agire se vogliamo beneficiare del cessate il fuoco”.

READ  Guerra in Ucraina: gli Stati Uniti vedono “notevoli progressi” dell’esercito ucraino nel sud

Il piano di cessate il fuoco in tre fasi prevede il rilascio di ulteriori ostaggi e una cessazione temporanea delle ostilità che durerà tutto il tempo necessario per negoziare la seconda fase, che mira al rilascio di tutti gli ostaggi e al “ritiro completo delle forze armate”. ” forze israeliane da Gaza” e “una cessazione permanente delle ostilità”, secondo una risoluzione elaborata dagli Stati Uniti e presentata al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. La terza fase prevede la ricostruzione di Gaza.

Lunedì pomeriggio il Consiglio di Sicurezza voterà la risoluzione che accoglie la proposta e invita Hamas ad accettarla.

Ma Hamas potrebbe non essere l’unico ostacolo.

Sebbene l’accordo sia stato descritto come un’iniziativa israeliana e migliaia di israeliani abbiano manifestato a suo sostegno,… Netanyahu ha espresso dubbiConsiderando che quanto presentato pubblicamente è inesatto e che Israele è ancora impegnato a distruggere Hamas.

Gli alleati di estrema destra di Netanyahu hanno minacciato di far crollare il suo governo se avesse attuato il piano. Benny GantzCentrista popolare, Domenica si è dimesso dal gabinetto di guerra formato da tre membri Dopo aver detto che lo avrebbe fatto se il Primo Ministro non avesse redatto una bozza Un nuovo piano per la Gaza del dopoguerra Dopo la liberazione degli ostaggi, Netanyahu lo ha esortato a non dimettersi.

Blinken ha incontrato Netanyahu, il ministro della Difesa Yoav Galant, Gantz e il leader dell’opposizione israeliana Yair Lapid in quasi tutti i suoi precedenti viaggi in Israele. Martedì Blinken dovrebbe incontrare Gantz, hanno detto i funzionari.

Nonostante le visite di Blinken nella regione circa una volta al mese dall’inizio della guerra, il conflitto è continuato con più di 37.120 palestinesi uccisi, secondo il Ministero della Sanità di Gaza, che nelle sue statistiche non fa distinzione tra civili e combattenti. Hamas e altri militanti hanno ucciso circa 1.200 persone nell’attacco del 7 ottobre, la maggior parte delle quali civili, e hanno preso in ostaggio circa 250 persone.

READ  Biden su Putin: Penso che sia un criminale di guerra

La guerra ha gravemente interrotto il flusso dell’acqua Cibo, medicine e altre forniture Per i palestinesi di Gaza che affrontano… Fame diffusa. Le agenzie delle Nazioni Unite affermano che più di un milione di persone nella regione potrebbero essere esposte a questo fenomeno Il più alto livello di fame Entro metà luglio.

In Giordania, Blinken parteciperà a una conferenza internazionale di emergenza sul miglioramento del flusso di aiuti a Gaza.

___

Segui la copertura di AP sulla guerra a Gaza su https://apnews.com/hub/israel-hamas-war

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto