La stagione regolare della NBA è diversa dalle altre con thriller, colpi di scena e classifiche mutevoli.

CLEVELAND — Ci sono volute 82 partite e cinque minuti supplementari per decidere la seconda migliore squadra della Eastern Conference.

Nell'inedita giornata finale della stagione regolare della NBA, la partita n. I New York Knicks hanno sconfitto i Chicago Bulls con 120 punti di vantaggio ai tempi supplementari, con il maggior numero di vittorie in entrambe le conference pari a 82. 119 sono al secondo posto in Oriente. Domenica hanno vinto anche gli Orlando Magic, gli Indiana Pacers e i Philadelphia 76ers, mentre i Cleveland Cavaliers e i Milwaukee Bucks hanno perso in modo imbarazzante.

Di conseguenza, alcune partite del primo turno dell'Est n. 4 Cleveland al n. 5 Orlando e n. 3 Milwaukee al n. 6Indiana.

Mercoledì i Sixers n. 7 ospiteranno il n. 8 Miami in una partita di torneo, con il vincitore che avanzerà per affrontare il n. 2 New York nella serie del primo turno. Con un vantaggio di 14 partite sulla squadra seconda in classifica nell'Est dalla fusione NBA-ABA nel 1976, i Boston Celtics attendono il vincitore della finale play-in (persa contro Miami-Philly. Vincitore del n. 10 Atlanta- N. 9 Chicago.

Tutte le squadre occidentali giocano domenica alle 15:30 e molte verranno decise una volta finite le partite.

Se si basa su The Masters, lo stesso si può dire per questo particolare giorno di fine stagione nella NBA.

È la prima volta nella storia del campionato che, in 81 partite, tre squadre hanno condiviso lo stesso record per il primo posto nella conferenza, come hanno fatto i Denver Nuggets, gli Oklahoma City Thunder e i Minnesota Timberwolves a West. Da quella parte del girone, solo i LA Clippers (n. 4) e i Dallas Mavericks (n. 5) hanno la garanzia di rimanere dove sono stati in 81 partite. I Phoenix Suns e i New Orleans Pelicans sono entrati domenica al sesto posto, a una sola partita dal n. 8 I (Los Angeles Lakers) n. Separato da 10 (Golden State Warriors).

READ  I meteorologi avvertono che l’Oklahoma potrebbe vedere tornado; Il Texas può cuocere a temperature a tre cifre

Domenica hanno giocato tutte e 30 le squadre. Alla fine, ci saranno 18 squadre con almeno un punteggio di .500: un altro record del campionato.

Bucks, Knicks e Cavs hanno iniziato tutti domenica con un colpo al seme n. 2. Milwaukee ha perso terreno (14-12 dalla pausa All-Star) e ha faticato sotto la guida del nuovo allenatore Doc Rivers, alla fine tirando fuori i titolari nel quarto quarto di una sconfitta per 113-88 per mano dei Magic, che sono caduti con una giocata. -in perdita. Una vittoria e i Bucks avrebbero conquistato il secondo posto. Giannis Antetokounmpo è mancato la scorsa settimana per un infortunio al polpaccio.

A Cleveland, i Cavs erano al secondo posto nell'Est durante il break dell'All-Star e poi sono andati 12-17, tenendo Donovan Mitchell, Caris LeVert e Darius Garland contro gli Charlotte Hornets, che indossavano solo nove giocatori. Un filatore. Ma all'inizio del primo quarto, l'unico giocatore in uniforme dei Cavs, Craig Porter Jr., si è slogato una caviglia e non è potuto rientrare. I Cavs erano in vantaggio di 13 all'inizio del quarto e coach J.P. Mentre Bickerstaff ha ritirato la maggior parte dei suoi giocatori rimanenti nella rotazione, Cleveland è stato bloccato con una formazione la cui unica offesa è stata cercare di mettere Tristan Thompson – sì, Tristan Thompson – sulla palla. Piano perché succeda qualcosa.

Anche contro una serie di end-of-benchers e G Leaguer come gli Hornets hanno avuto l'ultima volta in campo, un'idea così sciocca non funzionerebbe. I Cavs hanno perso 120-110 nell'ultima partita dell'allenatore degli Hornets Steve Clifford e sono stati acclamati dai tifosi di casa negli istanti finali.

READ  Aggiornamenti in tempo reale sui lavori: gli Stati Uniti hanno aggiunto 303.000 posti di lavoro a marzo

Con una vittoria, i Cavs avrebbero scavalcato i Bucks per il terzo posto ed evitato i Celtics per un possibile posto alle finali di Conference. I Knicks, nel frattempo, hanno ottenuto 40 punti dall'All-Star Jalen Brunson e 25 punti da Donte DiVincenzo, che ha giocato 53 minuti. Chiaramente, il secondo posto significa più per alcune squadre che per altre.

Il commissario NBA Adam Silver ha cercato di rendere questa stagione regolare più significativa e di dire quello che vuole su ogni metodo specifico che ha scelto, ma ha ottenuto il risultato finale che voleva. Silver ha creato un nuovo torneo, richiedendo ai giocatori di saltare meno partite e ha modificato le regole per incoraggiare una maggiore partecipazione, insieme all'approvazione dei giocatori. Ha anche chiesto ai giocatori di impegnarsi di più durante l'All-Star Game.

“Non so se è a causa di tutti i cambiamenti offseason o qualunque cosa sia, o perché penso che il campionato sia davvero in una buona posizione in termini di spessore dei talenti”, ha detto Bickerstaff. “Il livello di competizione dall'alto verso il basso in tutto il campionato è molto buono in questo momento e penso che le partite siano equilibrate in modo impressionante”.

Il torneo stagionale è stato un successo sotto ogni aspetto. Il campionato prevedeva LeBron James e i Lakers e, data la vicinanza di Los Angeles a Las Vegas, dove si sono svolte le semifinali e le finali del torneo, la partecipazione è stata alta. La vittoria per il titolo di Los Angeles sui Pacers è stata la partita della stagione regolare NBA non natalizia più vista dal 2018.

Le nuove regole della lega per limitare la gestione del carico e aumentare il numero di stelle che giocano nelle partite televisive a livello nazionale hanno suscitato polemiche perché una regola legava onori come MVP al numero di partite giocate, ma nel complesso c'erano molti dei migliori giocatori della NBA. Spesso tribunale.

Ad esempio, di tutti i candidati MVP perenni della lega, solo l'MVP in carica, Embiid, non è riuscito a raggiungere il minimo di 65 partite per qualificarsi, mentre il resto ha concluso con un ampio margine. I 50 migliori marcatori del campionato hanno giocato almeno l'80% delle partite in questa stagione rispetto alla scorsa stagione. Inoltre, tra i primi 10 votanti per l'MVP della scorsa stagione, solo due giocatori sono apparsi in più di 70 partite.

L'All-Star Game era uno scherzo, con entrambe le squadre che prestavano così poca attenzione che il nuovo record All-Star di punti totali in una partita fu infranto.

per andare più in profondità

Vai più in profondità

Come risolverà l'NBA l'All-Star Game? I nostri scrittori condividono le loro opinioni

Ma le altre due iniziative di Silver hanno funzionato, ed eccolo qui al comando alla fine della sua decima stagione, presiedendo l'ultima giornata di una stagione regolare che ha visto più vittorie di qualsiasi altra giornata finale nella storia del campionato.

Questa storia verrà aggiornata.

(Foto in alto di Donte DiVincenzo: Elsa/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto