LeBron James “ribalta la situazione” e segna 37 punti nella vittoria sui Brooks Rockets

Dave McMenaminRedattore dello staff di ESPN20 novembre 2023 alle 03:12 ET5 minuti per leggere

LeBron colpisce Dillon Brooks con un gesto “piuttosto piccolo”.

LeBron James segna un goal interno contro Dillon Brooks e poi lo schernisce con un gesto “grazioso” vicino alla panchina dei Lakers.

LOS ANGELES – LA SERA PRIMA LeBron James ha segnato il record stagionale di 37 punti – incluso un layup con 1,9 secondi rimasti – mentre segnava 40 minuti per guidare i Lakers sugli Houston Rockets 105-104 domenica, e aveva qualcosa da togliersi dal petto. .

È stata una serata rara per il 38enne, con la sua squadra impegnata in sei partite in nove giorni, e si è preso una pausa dal giocare a Madden NFL 24 per pubblicare un post sulla sua storia su Instagram.

Ha condiviso un grafico che mostra come i suoi 35 punti contro i Portland Trail Blazers di venerdì abbiano segnato la 108esima volta in cui ha superato il plateau dei 30 punti da quando ha firmato con Los Angeles come free agent nel 2018.

“Ma sono venuto qui solo per fare film!” James ha scritto, riferendosi al ridicolo che ha ricevuto quando ha lasciato Cleveland. “Non è quello che dirai, vero!?!?”

Perché ha scelto quel momento per rispondere ai suoi critici?

“Perché a volte è necessario ricordarlo alla gente”, ha detto James domenica dopo la vittoria sui Rockets.

Ha ricordato ai suoi compagni di squadra che poteva ancora alzarsi in aria, terminando il drive con una schiacciata fragorosa a metà del quarto che ha portato Los Angeles su di sette e ha costretto Houston a chiamare un timeout.

“Scherzavano su di me, dicendo che lascio cadere spesso la palla quando ho la corsia libera”, ha detto James con un sorriso soddisfatto. “Quindi sto cercando di cambiare anche quella narrativa.”

Ha ricordato agli allenatori che gli chiedevano perché fosse passato a un Cam Reddish aperto con la partita in palio all’inizio della stagione che avrebbe comunque trovato l’uomo aperto in prima serata, come ha fatto impostando Austin Reaves per una tripla con 24,2. secondi rimasti, Los Angeles avanti 103-100.

Ha ricordato al giocatore dei Rockets Dillon Brooks, che è diventato il suo istigatore nelle ultime stagioni, di scuotere la gabbia a proprio rischio e pericolo, dato che James ha segnato 13 dei suoi punti nel quarto quarto con un tiro 5 su 6.

“Questa è una competizione”, ha detto James di Brooks, che, nel terzo quarto, ha commesso un fallo tecnico su James affollando il suo spazio assegnato e dandogli una gomitata, e nel quarto quarto, ha spinto James a fare un “piccolo” gesto . Dopo averlo segnato nella vernice. “Questi ragazzi mi fanno andare avanti. Quindi ne ho bisogno.”

LeBron James ha continuato quella che potrebbe essere una stagione storicamente efficace per lui domenica sera contro i Rockets e il volenteroso istigatore Dillon Brooks, segnando un record stagionale di 37 punti che includevano un layup del via libera.Eric Thayer/AP

James ricorda a se stesso perché vuole ancora giocare nella NBA, con il suo futuro finanziario e i suoi risultati professionali già assicurati.

“Sto solo cercando di superare il limite”, ha detto. “Guarda fino a che punto posso portare questa cosa. Non lo so. Voglio dire, sono io contro Padre Tempo.”

James ora raggiunge 109 partite con 30 o più punti come Laker, superando la leggenda dei Lakers Kobe Bryant in un’altra lista storica. James ha raggiunto 237 partite in carriera con 35 o più punti, superando i 236 di Bryant, portandosi al terzo posto di tutti i tempi, dietro solo a Wilt Chamberlain (381) e Michael Jordan (333).

James lo ha fatto tirando 14 su 19 dal campo (73,7%), continuando quella che sarà la stagione più efficiente che abbia mai giocato se continua così. James ora tira con il 58,6% complessivo per la stagione in 13 partite, un risultato migliore del suo miglior anno in carriera con i Miami Heat nel 2013-14, quando tirò al 56,7%. Il suo 39,7% su 3 non è lontano dal miglior 40,6% ottenuto con Miami anche nel 2012-2013.

“Quest’anno ho potuto stare in campo molto di più nei miei giorni liberi a causa degli infortuni passati ai piedi negli ultimi due anni o qualunque sia il caso”, ha detto James a ESPN. “Quindi essere in grado di concentrarmi su tutto ciò che dovevo fare invece di dover alzarmi dai piedi, a meno che non stessimo giocando, mi ha permesso di mantenere il mio ritmo.

“Ho avuto il mio rimbalzo, il mio ritorno primaverile, il mio rapido rimbalzo e cose del genere.”

Sembrava che avesse riacquistato anche la sua anima. Dopo aver terminato la sua 20esima stagione perdendo i playoff contro i Denver Nuggets e contemplando pubblicamente il ritiro, e poi un’estate in cui suo figlio maggiore, Bronny James, ha avuto un infarto, la sua gioia per il gioco è stata evidente in questa stagione. .

“Il problema di Bron è che non l’ho mai visto di cattivo umore – ha detto Reeves -. Ha sempre energia. È il giocatore più anziano della NBA ma si comporta ancora come se avesse 20 anni ogni giorno”.

Lo ha fatto domenica con Bruni nelle ore di costruzione dopo che la matricola dell’USC ha potuto partecipare al riscaldamento della sua squadra per la prima volta in questa stagione.

“A un certo punto ho guardato e ho visto anche Bronny seduto in campo, e ho detto: ‘Okay, devo alzare un po’ di più il volume'”, ha detto James.

Giralo e torna indietro.

“È stato fantastico”, ha detto l’allenatore dei Lakers Darvin Hamm. “Il LeBron che tutti abbiamo imparato a conoscere e ad amare in questi 21 anni.”

READ  Obiettivi di rinuncia al Fantasy Football della settimana 10 della NFL | Notizie, classifiche e pronostici sul fantasy football

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto