L’olimpionica statunitense Alyssa Liu, padre preso di mira nel caso di spionaggio cinese

Liu Sheikh ha detto che la pattinatrice olimpica statunitense e suo padre, Arthur Liu – un ex rifugiato politico – sono stati tra gli obiettivi di un’operazione di spionaggio che il Dipartimento di Giustizia sostiene sia stata ordinata dal governo cinese.

Arthur Liu ha detto all’Associated Press di essere stato contattato dall’FBI lo scorso ottobre e di aver avvertito dello schema proprio mentre sua figlia di 16 anni si stava preparando per le Olimpiadi invernali di Pechino a febbraio. Il padre ha detto di non averlo detto alla figlia per non spaventarla o distrarla dalla competizione.

“Pensavamo che Alyssa avesse ottime possibilità di qualificarsi per la squadra olimpica ed era davvero, davvero spaventato”, ha detto Arthur Liu.

Mercoledì scorso, il ministero della Giustizia ha annunciato l’incriminazione di cinque uomini accusati di agire per conto del governo cinese per una serie di schemi sfacciati e su larga scala. dare la caccia e molestare i dissidenti cinesi negli Stati Uniti.

Arthur Liu ha detto che sua figlia è stata inclusa nella denuncia penale rispettivamente come “Defector 3” e “Family Member”.

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha affermato di “non essere a conoscenza dei dettagli” che circondano le accuse, ma ha affermato che la Cina “si oppone fermamente alla calunnia degli Stati Uniti sollevando la questione dal nulla”.

“La Cina ha sempre richiesto ai cittadini cinesi di rispettare le leggi e i regolamenti dei paesi ospitanti e non chiederemo mai ai nostri cittadini di impegnarsi in attività che violano le leggi locali”, ha detto Zhao ai giornalisti durante un briefing di giovedì. “I cosiddetti schemi di molestie transfrontaliere sono appena stati inventati”.

READ  I ritardi di spedizione globali sono superiori a quelli dei rivenditori durante le vacanze

Liu ha detto di aver preso posizione contro il bullismo cinese consentendo a sua figlia di competere alle recenti Olimpiadi invernali, finendo settimo nell’evento femminile.

“Questo è il suo momento. Questa è la sua unica possibilità nella vita di competere alle Olimpiadi. Non lascerò che le impediscano di andare e farò tutto il possibile per assicurarmi che sia al sicuro e sono disposto a fare sacrifici, quindi che può godersi il momento”, ha detto Arthur Liu. Vincere – per fermarmi – per farmi tacere dall’esprimere le mie opinioni ovunque. “

Il padre ha detto di aver acconsentito a consentire a sua figlia di competere con le assicurazioni del Dipartimento di Stato e del Comitato Olimpico degli Stati Uniti che Alyssa Liu sarebbe stata strettamente sorvegliata e tenuta al sicuro mentre gareggiava in Cina. Dissero che sarebbe stata sempre accompagnata da almeno due persone.

“Forse stanno solo cercando di intimidirci, … in un modo che ci minaccia di non dire nulla, di metterli nei guai e di dire qualcosa di politico o relativo alle violazioni dei diritti umani in Cina”, ha affermato Arthur Liu. “Ero preoccupato per la sua sicurezza. Il governo degli Stati Uniti ha fatto un buon lavoro proteggendola”.

Arthur Liu ha detto di essere stato chiamato a novembre da un uomo che affermava di essere un funzionario del Comitato Olimpico e Paralimpico degli Stati Uniti, chiedendo i numeri di passaporto suo e delle sue figlie. Arthur Liu ha rifiutato di fornirglielo e ha detto che avrebbe chiamato il suo contatto con il Team USA il giorno successivo.

“Non mi sentivo bene al riguardo”, ha detto Arthur Liu, “mi sentivo come se stesse succedendo qualcosa di strano. “A causa dei miei rapporti con l’American Figure Skating Association, non mi chiamavano mai al telefono per ottenere copie dei nostri passaporti. L’ho davvero interrotto non appena ho capito cosa stava chiedendo. “

READ  Your Home: Premium Sound Systems Offer Astounding Quality

Non è stato possibile raggiungere immediatamente il Comitato Olimpico e Paralimpico degli Stati Uniti per un commento. Un portavoce di Figure Skating USA ha posticipato il commento al Team USA.

Arthur Liu non ricorda che Matthew Ziboris, che è stato arrestato martedì con l’accusa di cospirazione per commettere molestie interstatali e uso criminale di mezzi di identificazione, è stato avvicinato personalmente da Matthew Ziboris. Ziburis è stato rilasciato su cauzione di $ 500.000.

I pubblici ministeri affermano che Zeboris è stato assunto per condurre la sorveglianza familiare e fingere di essere un membro di una commissione sportiva internazionale per chiedere ad Arthur Liu una copia dei suoi passaporti e di Alyssa Liu sostenendo che si trattava di un “controllo di preparazione” di viaggio relativo al COVID-19. La denuncia affermava che quando Arthur Liu ha rifiutato, Zippuri li ha minacciati di ritardare o impedire i viaggi internazionali.

Liu il Vecchio ha detto di aver lasciato la Cina poco più che ventenne come rifugiato politico mentre protestava contro il governo comunista sulla scia del massacro di piazza Tienanmen del 1989. Arthur Liu alla fine si stabilì nella Bay Area, si iscrisse alla facoltà di giurisprudenza e sponsorizzò uno degli atleti più promettenti d’America.

Sua figlia ha visitato per la prima volta la loro casa ancestrale durante le Olimpiadi. Arthur Liu ha detto che sua figlia è stata generalmente accolta calorosamente dai fan cinesi e dai media, che consideravano Alyssa Liu una di loro.

Ma attraverso un’indagine di spionaggio, ha appreso che la Cina era a conoscenza di un messaggio Instagram sugli abusi dei diritti umani contro la minoranza etnica uigura che sua figlia aveva postato una volta. Durante i giochi, Alyssa Liu ha anche detto a suo padre che uno sconosciuto l’ha avvicinata a tarda notte in un bar dopo un evento di pattinaggio gratuito, e che l’uomo l’ha seguita e le ha chiesto di venire nel suo appartamento.

READ  Jian ha combattuto con Kovit-19 nella peggiore esplosione che abbia colpito una città cinese quest'anno

“Ho accettato che la mia vita sarebbe stata così a causa di ciò che ho scelto di fare nel 1989, per parlare contro il governo. So che il governo cinese estenderà le sue lunghe mani in qualsiasi angolo del mondo”, ha detto Arthur Liu “Continuerò a godermi la vita ea vivere la vita come voglio vivere. Non lascerò che questo mi spinga verso il basso e non lascerò che abbiano successo”.

___

Segui la giornalista di AP Sally Ho su Twitter all’indirizzo http://twitter.com/_sallyho.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,379FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles