Mastercard e Binance interrompono la partnership per le carte di criptovaluta

LONDRA, 24 agosto (Reuters) – Mastercard (MA.N) e l’exchange di criptovalute Binance metteranno fine ai loro quattro programmi di carte di criptovaluta in Argentina, Brasile, Colombia e Bahrein a partire dal 22 settembre, ha detto giovedì via e-mail un portavoce di Mastercard.

Le Binance Card consentono agli utenti di effettuare pagamenti nelle valute tradizionali, finanziati dalle loro partecipazioni in criptovaluta sull’exchange.

Il sito web di Mastercard elenca anche le partnership con scambi di criptovaluta tra cui Gemini. Il portavoce ha affermato che la decisione non influirà su nessuno degli altri programmi di carte di criptovaluta di Mastercard.

Binance deve affrontare sfide legali e normative. A giugno le autorità di regolamentazione statunitensi hanno citato in giudizio l’exchange di criptovalute e il suo CEO Changpeng Zhao con l’accusa di aver gestito una “rete di truffe”. Binance ha detto che si difenderà “vigorosamente”.

Raj Damodharan, responsabile criptovalute e blockchain di Mastercard, ha dichiarato a Reuters ad aprile che la società sta cercando ulteriori partnership con aziende di criptovaluta. Ha rifiutato di commentare specificamente Binance, ma ha affermato che qualsiasi programma di carte è “soggetto a piena due diligence” ed è costantemente monitorato.

Un portavoce di Mastercard ha rifiutato di commentare il motivo per cui il programma Binance è terminato o chi ha preso la decisione.

Binance non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento inviata via email. L’account di assistenza clienti dell’exchange su X, ex Twitter, ha dichiarato giovedì scorso che la Binance Card “non sarà più disponibile per gli utenti in America Latina e Medio Oriente”.

READ  Lo straordinario impatto economico della diaspora indiana

Reporting di Elizabeth Howcroft e reportage aggiuntivo di Tom Wilson; Montaggio di Susan Fenton

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Rapporti sull’intersezione tra finanza e tecnologia, comprese criptovalute, token non fungibili (NFT), mondi virtuali e il denaro che guida il Web3.

Tom si occupa di società, regolamentazione e mercati di criptovalute da Londra, con un focus fino al 2022 sull’exchange di criptovalute Binance. Lavora per Reuters dal 2014, con un precedente lavoro a Tokyo dove ha denunciato gli abusi nel sistema di immigrazione giapponese e ha vinto un premio congiunto Overseas Press Club per il suo reportage sul gigante del tabacco Philip Morris.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto