“NCL aspetta questo giorno dal 2014” – l’ex dipendente NOA parla della chiusura del Nintendo eShop

Wei U Wario
Foto: Nintendo Live

Nintendo di recente rivelare il suo programma chiudere le sue vetrine digitali per la famiglia di sistemi 3DS e Wii U. A partire da marzo 2023, non sarà possibile effettuare nuovi acquisti di software digitale di alcun tipo su 3DS e Wii U eShop, che includono versioni digitali delle edizioni fisiche , solo giochi in download digitale e tutte le forme di DLC. Sei volere Poter riscaricare gli acquisti effettuati prima di quella data (per quanto sia ancora possibile scaricare titoli Wii originali precedentemente acquistati su questa console) “per il prossimo futuro”, ma questa funzionalità verrà ovviamente rimossa alla fine.

Potresti pensare “è così che stanno le cose” – “non durerà mai per sempre”. E mentre la maggior parte di noi può sedersi e giustificarlo, sì, naturalmente I servizi digitali hanno una durata limitata e non chiaramente Non ci aspettavamo di poter scaricare nuovamente la nostra copia di sudario cremisi Quando siamo nei nostri anni ’90, vedere le chiusure dei negozi digitali arrivare relativamente rapidamente dopo il debutto di questi negozi online è una pillola amara da ingoiare se sei preoccupato di mantenere i videogiochi.

Nintendo sta guardando ai primi due anni come un’indicazione di quando hanno iniziato a imballare una console

La verità è che Nintendo – e tutte le società che gestiscono negozi simili che vendono beni digitali – stanno pianificando una chiusura così stretta per molti anni a venire.

Un ex dipendente di Nintendo of America ci ha detto: “Nintendo sa che deve supportare un prodotto per almeno 10 anni o rischia qualche azione di massa”. La fonte, che desidera rimanere anonima, afferma che Nintendo stava osservando questo arresto da molto tempo ormai, e questa pausa di 10 anni arriva nel novembre 2022, un decennio dopo il lancio di Wii U. “Internamente, NCL [Nintendo Co. Ltd, the main Japanese company of which NOA is a subsidiary] Sta aspettando quel giorno dal 2014 in base alle vendite… Nintendo guarda ai primi due anni come un’indicazione di quando hanno iniziato a imballare la console. “

L’incapacità da parte di Nintendo di dimostrare i vantaggi e il valore del gameplay asimmetrico del GamePad – o di differenziare con successo la console dal suo predecessore agli occhi di un pubblico più ampio, che era una parte fondamentale della popolarità del Wii – ha portato a vendite poco brillanti da parte di Nintendo. la partenza. Nel 2014, era chiaro che il concetto semplicemente non colpiva il pubblico mainstream e, secondo la nostra fonte, l’azienda si è affrettata a cambiare rotta internamente.

“Mentre lavoravo su NX, ho visto un test con amiibo e un sacco di strane app che interagivano con quelle su Wii U. E tutte stavano solo lavorando per colmare il vuoto di vendita fino a NX [Switch’s code name] arriverà. Lo stesso vale per le micro console… I prodotti Panic hanno lo scopo di colmare il divario NX per Natale. “

Mentre lavoravo su NX ho assistito a un test con amiibo e un sacco di strane app che hanno interagito con quelle su Wii U. Funzionano tutte per riempire il vuoto delle vendite… Stessa cosa con le microconsole

Il relativo fallimento commerciale della Wii U (13,56 milioni di unità non lo è nientema a causa della sua gamma di console che Virtual Boy ha venduto solo meno unità) ha causato mal di testa in tutta l’azienda e problemi di fornitura sono emersi all’inizio del ciclo di vita della console, in particolare quando si trattava di riparare le parti.

READ  I passeggeri del treno Amtrak da Atlanta affermano di essere rimasti bloccati in Virginia per circa 40 ore - WSB-TV Channel 2

“Abbiamo iniziato a parlare dei numeri di riparazione e sostituzione di Wii U circa un anno prima del lancio di Switch”, ha affermato la nostra fonte di dettaglio. “NOA stava per esaurire le unità ottiche per il programma di riparazione/sostituzione… e voglio dire, come nel 2016, avresti potuto capire quante ne erano rimaste. NCL aveva una buona scorta, quindi hanno spostato quelle scorte alla NOA, quindi potremmo gestire le riparazioni almeno fino al lancio di Switch, quindi l’EOL [End-Of-Life] Il programma è stato avviato almeno per la console prima del lancio di NX.”

Questo piano di spegnimento è arrivato solo due anni dopo l’introduzione interna del “Programma di aggiornamento Wii U”, incoraggiando i possessori di Wii ad aggiornare alla nuova console con uno sconto mentre NOA riciclava la vecchia console.

“Nel 2013 avevamo ancora a che fare con le riparazioni Wii e Nintendo mangiava circa $ 7-10 per riparazione. C’era un dipendente che si è incontrato nella primavera del 2014 ed era alla ricerca di idee privilegiate per il risparmio o per le vendite… Era più o meno il periodo in cui ho iniziato a che sente all’interno di battute su “cosa aggiorniamo quando questi dispositivi Wii U vengono inviati per la riparazione”.

Nuovi temi 3D
Foto: Nintendo Live

Alla domanda sull’intero processo di fine vita e per quanto tempo rimarrà in vigore la possibilità di scaricare nuovamente gli acquisti precedenti per 3DS e Wii U, la nostra fonte era meno ottimista su questo intervallo di date rispetto alla linea Nintendo ufficiale per “il futuro prevedibile”; Si aspettano una chiusura completa dei servizi in soli due anni. “Forniranno un avviso nel 2023 che il server verrà spento dopo un po’”. Trascorso questo tempo, il suggerimento è che giocare online, scaricare nuovamente i contenuti acquistati e tutto il resto scompaiono completamente. “Le persone perderanno al 100% i loro giochi se succede qualcosa alla Wii U o al motore su cui stanno giocando”.

Le persone perderanno al 100% i loro giochi se succede qualcosa alla Wii U o all’unità su cui stanno giocando

La Wii non è l’attuale console di Nintendo da un decennio, quindi non sorprende che Nintendo stia chiudendo presto i server per riscaricare questa console. Tuttavia, Wii U è stata la principale piattaforma di punta di Nintendo fino al lancio di Switch, quasi cinque anni fa, nel marzo 2017, quindi l’idea di avere accesso per scaricare nuovamente la tua libreria digitale e giocare online potrebbe essere rimossa già nel 2023/24 è uno realistico, in realtà.

READ  XFL collabora con la NFL su nuove opportunità innovative tra cui la sicurezza dei giocatori e potenziali modifiche alle regole

Abbiamo contattato Nintendo per commentare le accuse della nostra fonte e i piani della società per le reti oltre marzo 2023. Siamo stati indirizzati alla società Pagina di supporto per Wii U e Nintendo 3DS eShop interrottache – come accennato in precedenza – afferma che il gioco online, gli aggiornamenti software e la possibilità di scaricare nuovamente i contenuti acquistati in precedenza rimarranno in vigore dopo la fine di marzo 2023 “per il prossimo futuro”:

Per il prossimo futuro, sarà ancora possibile scaricare nuovamente giochi e contenuti scaricabili, ricevere aggiornamenti software e divertirsi con i giochi online su Wii U e sulla famiglia di console Nintendo 3DS.

Con un riferimento specifico al gioco online, la pagina afferma inoltre che “non ci sono piani per apportare ulteriori modifiche in questo momento”.

“Le discussioni che ho sentito riguardavano la disattivazione di NNID sul sistema e l’utilizzo solo del sistema dell’account Nintendo”, afferma la nostra ex fonte NOA. In effetti, sembra che il sistema Nintendo Network ID che è stato scartato a favore di Switch a favore del nuovo sistema di account Nintendo – ma è stato “installato intenzionalmente nel sistema esistente in modo che potessero almeno integrare portafogli/pagamenti e attirare persone nell’ecosistema Switch prima” – potrebbe Un altro motivo per la vitalità dell’azienda è quello di finire le vetrine e le reti della console di ultima generazione.

“Potrebbero cambiare idea su come e se consentire l’accesso ai soprannomi acquistati, ma questo sistema è stato un tale pasticcio per collegarli agli account Nintendo, potrebbero optare per una soluzione di servizio con una sorta di credito ‘cliente soddisfatto’ in cambio di un mandato”.

Wii U EShop
Foto: Nintendo Live

Quando si guarda alla vita relativamente lunga del Wii Store – a cui è ancora possibile accedere nel 2022 per riscaricare i titoli acquistati – abbiamo ipotizzato che ciò sia semplicemente dovuto all’enorme base di installazione del Wii originale, che la nostra fonte ha confermato. “Il Wii Shop era un ambiente di negozio molto contenuto e sì, la base di installazione è ancora enorme”.

Ovviamente, gli acquisti Wii non saranno disponibili per il nuovo download per sempre, e non è irrealistico immaginare che Nintendo spenga completamente tutte le sue vecchie reti – Wii, Wii U e 3DS – in un colpo solo. L’azienda sa quanto chiunque altro come trasmettere questa notizia ai fan sfegatati; Dal punto di vista delle pubbliche relazioni, è meglio togliersi di mezzo tutto in una volta piuttosto che presentare obiettivi multipli per la stampa negativa e il malcontento generale dei giocatori.

READ  Oro contro. Punteggio Jets: Jonathan Taylor domina il campo Indie Rolls a New York; Mike White è stato ferito

Ah, chi se ne fregapotresti piangere – Chi sta giocando a 3DS o Wii U Online in questo momento comunque? Beh, probabilmente ci sono più persone di quanto pensi. Il produttore di video di Nintendo Life, John Cartwright, ha indagato sull’attività online per entrambe le piattaforme, Wii U in Dicembre 20203DS in formato gennaio 2021 – e ha trovato una base di giocatori sorprendentemente attiva per una serie di giochi online. Questi test sono stati condotti mentre gran parte del mondo è rimasto a casa più di quanto potrebbe essere dovuto a motivi di pandemia, ma è chiaro che c’è ancora una richiesta da parte dei giocatori, per quanto piccola, che questi servizi rimangano attivi il più a lungo possibile .

Non è irrealistico immaginare che Nintendo spenga completamente tutte le sue vecchie reti – Wii, Wii U e 3DS – in un colpo solo. L’azienda sa quanto chiunque altro come trasmettere questa notizia ai suoi fan più accaniti

In definitiva, chiunque si fermi e consideri le realtà finanziarie della manutenzione dei server e dell’allocazione delle risorse alle reti costruite per le console precedenti, servizi che sono utilizzati attivamente solo da una piccola parte di giocatori, vedrà la scritta sul muro qui. Gli appassionati come noi, ambientalisti o giovani giocatori tra 5 o 10 anni, che potrebbero voler esplorare le librerie di questi sistemi solo per scoprire che sono inaccessibili, si sentono a disagio.

Molti giochi per 3DS e il più grande Wii U eShop hanno ottenuto versioni fisiche, ma non tutti, non da lontano. Il prezzo di un 3DS usato è salito alle stelle negli ultimi anni, con i prezzi sui siti di aste che hanno raggiunto livelli sbalorditivi, in qualche modo sorprendenti per un sistema con vendite a vita di quasi 76 milioni di unità. Se ne vuoi uno bello e pulito, puoi aspettarti di pagare centinaia. Al contrario, ci sono meno di 14 milioni di dispositivi Wii Us in circolazione e molto meno con copie di Avventure spaziali a prezzi accessibili su di essi. sottrarre da colui il quale Numera i casi di danni al disco rigido, guasti e perdita di dati che questi sistemi dovranno inevitabilmente affrontare in futuro e… beh, puoi capire perché le persone sono appassionate di questo argomento.

Il nostro consiglio? Ti consigliamo vivamente di eseguire il backup dei tuoi dischi rigidi se li hai e di riordinare il più possibile i tuoi affari personali 3DS/Wii U. È facile svegliarsi tra le braccia ed è melodrammatico, e non vediamo l’ora di incoraggiare le teste piatte e una conversazione tranquilla, ma il tempo scorre nel modo giusto.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,377FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles