OItre la provinciaRagusa e Siracusa

Non si fermano all’Alt della Polizia e scappano. Arrestati due giovani comisani

I due venivano sottoposti a perquisizione personale ed il passeggero veniva trovato in possesso di due involucri contenenti marijuana



Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti in provincia dal Questore di Ragusa, durante la nottata del  7 u.s., una Volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Comiso ha tratto in arresto Z.D. di anni 20 e C.F. di 25 anni, entrambi comisani, già noti alle Forze dell’ordine, che, viaggiando a velocità sostenuta a bordo di un ciclomotore, entrambi privi di casco, alla vista della pattuglia tentavano la fuga con manovre azzardate che mettevano in pericolo l’incolumità dei passanti.

Gli operatori con professionalità riuscivano a non perdere mai di vista il ciclomotore,  raggiungendo dopo qualche chilometro i due giovani che, a causa della velocità sostenuta, perdevano il controllo del mezzo rovinando a terra. Bloccati dagli Agenti i due venivano sottoposti a perquisizione personale ed il passeggero veniva trovato in possesso di due involucri  contenenti marjuana. Nel prosieguo dell’attività la perquisizione veniva estesa presso le abitazioni di Z.D. e di C.F.  con esito positivo. Infatti, presso l’abitazione di Z.D., in uso anche al fratello Z.G., venivano rinvenute 3 piantine di cannabis.

Per l’evidenza dei fatti e le prove inconfutabili acquisite, Z.D. e C.F. venivano tratti in arresto per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e, su disposizione del P.M. di turno,  sottoposti al regime degli arresti domiciliari. Inoltre, Z.D, veniva anche segnalato in via ammnistrativa per uso personale di sostanze stupefacenti; Z.G., trovato in possesso delle piantine di cannabis, veniva deferito all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio e tutta la sostanza stupefacente rinvenuta dagli Agenti veniva sottoposta a sequestro.

____________________________________________________________________
Seguici sulla nostra pagina Facebook de Il Tarlo

 

 

Articoli Correlati

Back to top button
Close