Alcamo

Partinico, percepiva il il reddito di cittadinanza ma lavora in nero in un panificio

Le fiamme gialle sono arrivate all'uomo nel corso di una verifica fiscale in un panificio. Oltre al 38enne c'erano altri tre lavoratori, tutti in nero.


Lavorava in un panificio, in nero, e allo stesso tempo percepiva il reddito di cittadinanza. Un 38enne di Partinico è stato scoperto dalla guardia di finanza e denunciato con conseguente sequestro della carta utilizzata per percepire il sussidio. Adesso rischia la reclusione da due a sei anni per il reato di “indebita percezione” e da due a sette anni per “truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche”.

Le fiamme gialle sono arrivate all’uomo nel corso di una verifica fiscale in un panificio. Oltre al 38enne c’erano altri tre lavoratori, tutti in nero. Oltre alle contestazioni previste dalla normativa in materia di lavoro, è stata avanzata all’Ispettorato del Lavoro la proposta di sospensione temporanea dell’attività commerciale. I successivi accertamenti eseguiti dai finanzieri nel corso della verifica fiscale hanno svelato ricavi non dichiarati per oltre 275.000 euro e un’evasione dell’Iva per oltre 15 mila euro.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close