Il nuovo CEO di Roll20 promette miglioramenti per i fan di D&D e altri giochi di ruolo

Gruppo di tavoli virtuali leader del settore Roll20 con una nuova gestione. Polygon potrebbe rivelare che da martedì, il veterano di Google Ankit Lal ha assunto la carica di CEO. In un’intervista esclusiva, parla delle sfide che la sua organizzazione ha affrontato negli ultimi due anni della pandemia globale in corso e di come intende portare avanti l’azienda nel 2022 e oltre.

Roll20 è iniziata nel 2012 come campagna di crowdfunding con un nuovo obiettivo: consentire ai giochi di ruolo da tavolo (TTRPG) come Dungeons & Dragons di essere giocati online. Oggi è una suite di strumenti completa, che consente ai game master di creare una campagna o un’unità casalinga dal design professionale in pochi minuti. I giocatori possono unirsi semplicemente facendo clic sul collegamento web. Dal lancio, la piattaforma ha ospitato oltre 250.000 campagne, ciascuna con una settimana o più di tempo di gioco online cumulativo.

A marzo 2020, la piattaforma è diventata scialuppa di salvataggio Per i gruppi che hanno voluto continuare a giocare in sicurezza durante la pandemia. Ma l’afflusso di nuovi utenti – più di 5 milioni di loro, secondo La – ha interrotto importanti aggiornamenti alle funzioni principali della suite. Da allora l’azienda è triplicata in termini di dimensioni, passando da soli 20 o 25 dipendenti a quasi 60. Lal dice che ora ha due diversi gruppi di dipendenti, uno per gli utenti e uno per gli editori. Questa flessibilità lo aiuterà a essere più intelligente nel 2022.

“Anche se non posso entrare nei dettagli del passato, ho già lavorato e gestito team di prodotto in precedenza, e quello che penso che vedrai da me è un’attenzione molto profonda sui nostri utenti e sui nostri editori”, ha detto Lal a Polygon in un’intervista all’inizio di questo mese.

In termini di utenti, Lal ha affermato che il suo obiettivo principale è aiutare a reclutare due nuovi tipi di utenti che Roll20 ha attratto negli ultimi due anni. “La pandemia ha portato due persone principali che non abbiamo mai visto prima, e a un ritmo molto più veloce di quanto chiunque si aspettasse”, ha detto Lal.

La prima persona è un gruppo di utenti che hanno già familiarità con i giochi TTRPG, ma non li hanno mai giocati online prima. Per questo gruppo, i video tutorial e gli strumenti in-app sono fondamentali.

“Il secondo gruppo è quello che curiosamente chiamo TTRPG”, ha detto Lal. “[They’d say] Hai sentito parlare di Dungeons & Dragons. Ho sentito che è fantastico. Ma non ho letteralmente giocato prima. […] Non puoi più lasciarlo cadere su una tela bianca. Hai bisogno di più configurazione, hai bisogno di più strumenti, hai bisogno di strumenti più accessibili e hai bisogno di tutorial e guide pratiche migliori. “

Roll20 stava facendo queste lezioni su Youtube a un ritmo adeguato negli ultimi mesi e continuerà a farlo. Altri membri della sua squadra trascorreranno del tempo a migliorare l’usabilità di base del gruppo stesso. La prima cosa che ha preso il via nella roadmap del 2022, ha detto Lal, è l’aggiunta di “Picture Placement Logic Tools”, che consentirà ai proprietari di giochi di trascinare e rilasciare più facilmente immagini o mappe su un tavolo virtuale.

L’obiettivo aggiuntivo continuerà ad essere l’aggiunta di set di regole più diversificati alla piattaforma.

“Non costruiamo solo per Dungeons & Dragons, ma cerchiamo di costruire per l’intera industria dei giochi di ruolo da tavolo”, ha affermato Lal. “Abbiamo centinaia di giochi sulla nostra piattaforma con cui le persone giocano. Penso che ora abbiamo 800 carte personaggio “Abbiamo oltre 10.000 SKU nel nostro mercato. E così via. Anche se Dungeon & Dragons è il più grande, c’è molto di più di D&D.”

READ  Cohen di GameStop prende parte a Bed Bath & Beyond, spinge per i cambiamenti

Roll20 pubblica regolarmente l’Orr Group Industry Report, che descrive in dettaglio i tipi di giochi utilizzati dagli utenti sulla piattaforma Roll20. Dal 2019, la quinta edizione di D&D ha continuato a dominare, passando dal 51,87% delle campagne in corso al 53,7% delle campagne in corso nel 2022. Mentre Pathfinder ha continuato a diminuire (dal 6,46% a solo il 3,2%), Call of Cthulhu è aumentato dal 9,48% all’11,9% del tutte le campagne. La configurazione è molto popolare in paesi come il Giappone e rappresenta un nuovo e crescente gruppo internazionale di utenti Roll20.

Sono i giochi “altri” e “non classificati” che continuano a essere un segmento importante della continua crescita di Roll20, afferma Lall.

“Nove anni fa, otto anni fa, includevamo un titolo di un quarto su Roll20”, ha detto Lal. “L’anno scorso, per supportare gli editori, abbiamo inserito oltre 100 titoli. E se puoi immaginare quanta espansione abbiamo fatto negli ultimi due anni in termini di capacità di supportare le iscrizioni, è stato enorme… un numero enorme di persone, ma sfortunatamente parte di questa era forza bruta e parte di essa era automazione. [With] Roadmap per il 2022, ci sono molte cose interessanti che aiuteranno gli editori molto più velocemente, con molti [and] Caratteristiche eleganti. “

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,502FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles