L'Iran accusa Israele di aver ucciso leader militari iraniani e altri durante un attacco aereo contro un consolato in Siria

Omar Sanadiqi/AFP

I servizi di emergenza lavorano in un edificio danneggiato colpito da un attacco aereo a Damasco, in Siria, lunedì 1 aprile 2024. (AP Photo/Omar Sanadiki)



CNN

I massimi comandanti militari iraniani erano tra i sette ufficiali del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica uccisi in un attacco aereo contro l'edificio del consolato del paese a Damasco, in Siria, secondo funzionari iraniani e media statali, che hanno accusato Israele dell'attacco.

Il ministero degli Esteri iraniano ha affermato che l'alto comandante della Guardia rivoluzionaria iraniana, Mohammad Reza Zahedi, è stato ucciso nell'attacco. Haji Rahimi è stato nominato come il secondo comandante ucciso nell'attacco, secondo una dichiarazione dell'IRGC pubblicata lunedì dall'agenzia di stampa ufficiale IRNA.

I nomi di altri cinque funzionari uccisi nella dichiarazione delle Guardie rivoluzionarie iraniane: Hossein Aman Elahi, Mehdi Jalalati, Mohsen Sadaqat, Ali Agbabai e Ali Salehi Rozbahani.

Le persone si sono radunate attorno all'edificio distrutto nella capitale siriana, secondo le foto della scena. Il filmato successivo all'esplosione, pubblicato dal canale televisivo ufficiale iraniano Press, ha mostrato gravi danni, fuoco e fumo sulla scena.

Parlando davanti alla telecamera ai giornalisti a Damasco, l’ambasciatore iraniano Hossein Akbari ha affermato che l’edificio del consolato, situato accanto all’ambasciata iraniana, “è stato preso di mira da sei missili degli aerei da guerra israeliani F-35”.

Ha aggiunto che tra le vittime c'erano dipendenti dell'ambasciata iraniana e consiglieri militari. Non è chiaro se qualcuno dei funzionari dell’IRGC sia personale diplomatico e la CNN non può verificare in modo indipendente queste accuse o il numero delle vittime.

In un'intervista separata, Akbari ha aggiunto che due poliziotti siriani erano tra i feriti nell'attacco, che secondo lui “potrebbe essere la prima volta che il regime sionista si permette di attaccare un edificio ufficiale dell'ambasciata della Repubblica Islamica dell'Iran, sopra la quale era issata la bandiera della Repubblica Islamica”.

READ  Dentro il mistero della morte dei funghi che sta devastando l'Australia

In risposta ad una domanda della CNN per commentare l'incidente, l'esercito israeliano ha detto che non commenta le notizie straniere. Tuttavia, un portavoce militare ha detto alla CNN che Israele ritiene che l’edificio iraniano colpito nell’attacco sia un “edificio militare della Forza Quds” e non un consolato.

Agenzia di stampa Mehr

L'Iran accusa Israele di aver ucciso il comandante militare iraniano Mohammad Reza Zahedi e altri durante un attacco aereo al consolato in Siria.

Ha aggiunto: “Secondo le nostre informazioni di intelligence, questo non è un consolato e questa non è un’ambasciata. Ripeto, questo non è un consolato e questa non è un'ambasciata. “Questo è un edificio militare della Forza Qods mascherato da edificio civile a Damasco”, ha detto a Jim Sciutto della CNN il portavoce dell'IDF, l'ammiraglio Daniel Hagari.

Quando gli è stato chiesto se Israele fosse coinvolto nell’attacco, Hajari ha detto: “Non commenterò quell’attacco ma voglio dirvi che negli ultimi sei mesi l’Iran ha lavorato per intensificare quest’area. “Lei è l'attrice protagonista.”

“[Iran] “È il principale partito che commette atrocità in questa regione utilizzando delegati in Libano, Siria, Iraq e Yemen”, ha detto Hajjari.

“Da stamattina, un drone iraniano [unmanned aerial vehicle] Ha preso di mira una base israeliana a Eilat”, ha affermato Hagari. “L’Iran è un attore che porta l’escalation”.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Nasser Kanaani, ha avvertito di possibili “misure reciproche” in seguito all'incidente.

Al-Kanaani ha affermato, secondo l’agenzia di stampa Fars della Guardia rivoluzionaria iraniana, che “l’Iran si riserva il diritto di adottare misure reciproche e deciderà il tipo di risposta e punizione contro l’aggressore”.

READ  La legge scozzese sui crimini ispirati dall’odio entra in vigore mentre i critici avvertono che soffocerà la libertà di parola

Anche i ministri degli Esteri di Iran e Siria hanno accusato Israele di aver pianificato l’attacco, con il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir Abdollahian che lo ha definito una “violazione di tutti gli obblighi e trattati internazionali” e ha chiesto una “risposta seria” da parte della comunità internazionale.

Louay Bishara/AFP/Getty Images

Il personale di emergenza spegne un incendio sul luogo degli attacchi che hanno colpito un edificio vicino all'ambasciata iraniana nella capitale siriana, Damasco, il 1 aprile 2024.

Il ministro degli Esteri siriano Faisal al-Miqdad ha descritto il raid come una “flagrante violazione delle regole internazionali, in particolare della Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche del 1961”, secondo una trascrizione della sua telefonata con Amir Abdullahian.

Zahedi, il comandante ucciso, era in precedenza il comandante delle forze di terra dell'IRGC, il comandante delle forze aeree dell'IRGC e il vice comandante delle operazioni dell'IRGC.

Il portavoce del Dipartimento di Stato Matthew Miller ha detto che gli Stati Uniti “non hanno avuto alcuna conferma dell'obiettivo o della parte responsabile” in una conferenza stampa lunedì.

“Prima di raccogliere informazioni su cosa sia esattamente, non voglio parlarne nello specifico”, ha aggiunto Miller. “Ma ovviamente siamo sempre preoccupati per tutto ciò che potrebbe portare a un’escalation o causare un aumento del conflitto nella regione”.

Il ministero degli Esteri russo ha condannato “fortemente” l'attacco in un comunicato pubblicato lunedì sul suo sito web, affermando che “qualsiasi attacco alle strutture diplomatiche e consolari è assolutamente inaccettabile”.

Ha anche invitato “la leadership israeliana ad abbandonare la pratica di azioni militari provocatorie in Siria e in altri paesi vicini, che potrebbero portare a conseguenze molto pericolose in tutta la regione”.

READ  La caccia alle balene riprende in Islanda secondo regole rigide

Questa è una storia in via di sviluppo e verrà aggiornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto