PoliticaTrappeto

Trappeto, le proposte del gruppo “Trappetesi” a Cosentino. Tra i punti la revisione del “fondo crediti” ed aiuti per strutture ricettive e agricoltori

In una nota i consiglieri di minoranza Salvo Randazzo e Nancy Bologna propongono 5 punti all'amministrazione comunale ed annunciano la rinuncia al gettone di presenza del 2020 al fine di istituire un fondo per le nuove nascite.


GIAN BATTISTA OBERTO TEL: 3889207406


Diamo lettura di un comunicato a firma dei consiglieri di minoranza del gruppo “Trappetesi” Salvo Randazzo e Nancy Bologna.

“Il Gruppo Consiliare Trappetesi con senso di responsabilità e con spirito propositivo intende supportare ed incoraggiare ogni azione utile a risollevare le sorti dei nostri concittadini consci che la situazione generale venutasi a determinare a causa del virus pandemico covid19 richieda massima serietà ed unità d’intenti a tutti i livelli e mai come adesso è richiesto a noi tutti amministratori comunali e consiglieri comunali: proposta, stimolo a fare bene, vigilanza affinché si possano supportare i cittadini ad una ripresa che certamente si prefigura lenta, ma che dovrà indurci a risollevarci per i motivi espressi in premessa intendiamo contribuire al dibattito che coinvolge l’intera nazione suggerendo proposte, idee all’Amministrazione Comunale di Trappeto che avanziamo qui di seguito:

  • Indubbiamente il comune deve avere più risorse da impiegare per settori strategici quali il turismo, l’agricoltura, la pesca, il commercio e per le persone più fragili, per questo crediamo che insieme a tutti gli altri comuni d’Italia, occorra chiedere allo Stato di rivedere e allentare i parametri che determinano il Fondo Crediti di dubbia esigibilità in modo da liberare più risorse accantonate;
  • Impegnarsi a rinegoziare i mutui a lunga scadenza che il Comune ha in essere al fine di ottenere tassi d’interesse più agevoli rispetto agli attuali;
  • Impegnarsi a chiedere alla Regione Siciliana che i nostri agricoltori possano per quest’anno innaffiare i propri terreni gratuitamente senza che si ritrovino, il prossimo anno, a dover pagare anche per la stagione irrigua in corso e chiedere con forza che le tariffe vengano abbattute almeno del 50% visto che rimangono alte; Impegnarsi ad eliminare o a non riattivare, ove possibile, i balzelli che imbrigliano i nostri concittadini nel pagamento di micro tasse a partire ad esempio i 5 € chiesti la scorsa estate a residenti e non che dovevano parcheggiare nelle z.t.l vicino lungomare e centro storico;
  • Impegnarsi a stipulare convenzioni con ditte autorizzate a disinfettare e sanificare locali commerciali, b&b, case vacanza al fine di aiutarle a contenere i costi dovuti al soddisfacimento delle prescrizioni previste dalla legge in materia di sicurezza e salute;
  • Impegnarsi nell’immediato a pulire e sistemare uno spazio, quale ad esempio Piazza Pitrè (luogo più appartato e controllabile) per consentire, con ingressi contingentati e apposite regole da stabilire, ai bambini di trascorrere del tempo per svagarsi.

Vogliamo comunicare che i Consiglieri Comunali scriventi hanno rinunciato ai gettoni di presenza ai consigli comunali dal corrente anno e fino a fine mandato e di avere chiesto l’istituzione in bilancio di un nuovo capitolo di spesa, definito “contributo alle nuove nascite” al fine di destinarvi gli importi finali ricavati dalla nostra rinuncia lanciando così un’idea, un progetto che intravede la possibilità di riconoscere in maniera concreta un piccolo contributo di benvenuto al mondo ai nuovi nati a partire da quest’anno così particolarmente difficile e che se irrorato da ulteriori risorse possibilmente provenienti da altre azioni politiche come le nostre si potrà determinare un vero e proprio gesto “unitario” di celebrazione della vita.”

Articoli Correlati

Back to top button
Close