Catania e MessinaOItre la provincia

Mineo (CT). Botte da orbi per una donna: in manette i due “pretendenti”

Dopo le cure in ospedale, prestate anche alla donna, gli arrestati sono stati relegati agli arresti domiciliari

I Carabinieri della Stazione di Mineo hanno arrestato nella flagranza un 45enne e un 29enne del posto, poiché ritenuti responsabili di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, nonché lesioni personali aggravate. Su richiesta telefonica espressa telefonicamente da una donna di 34 anni, i militari di pattuglia sono intervenuti in viale Francesco Crispi  luogo in cui sembra che l’ex marito (il 45enne)  la stesse molestando.

Gli operanti, appena giunti sul posto, nel giro di pochi secondi hanno assistito ad un alterco verbale tra la donna e l’ex marito, sin quando, poco dopo, è giunto sul posto il 29enne, attuale fidanzato della 34enne, che senza batter ciglio, sentendo la propria donna ingiuriata dall’ex, si è scagliato contro il rivale lanciandogli addosso un tavolo di plastica, gesto che ha provocato una violenta colluttazione tra i due, i quali non si sono accorti nemmeno che la loro furia aveva scaraventato in terra la donna colpita all’addome.

Solo grazie alla presenza dei carabinieri la lite non ha avuto conseguenze ben più gravi; i militari, anche loro colpiti violentemente nel tentativo di separare i litiganti, sono comunque riusciti a bloccarli ed ammanettarli. Dopo le cure in ospedale, prestate anche alla donna, gli arrestati sono stati relegati agli arresti domiciliari.

______________________________________________________________________
Seguici sulla nostra pagina Facebook de Il Tarlo

 

Articoli Correlati

Back to top button
Close